Biglietti Disorder 2018 | Biglietti Disorder Eboli 2018 | Biglietti Festival Disorder Eboli 2018 |

Disorder | 8-11ago'18

Disorder | 8-11ago'18
VIII Edizione |
Arena di Sant'Antonio - Eboli (Sa) |
8 - 9 - 10 e 11 Agosto 2018 |
Biglietti € __ |

Biglietti Festival Disorder Eboli 2018 | C+C=Maxigross & Miles Cooper Seaton | Asino | Emanuele Rosso | Arto | New Candys | Massimo Zamboni | Uzeda | Weird Bloom | Sun Yufka | Francesco De Leo | Julie's Haircut | Larix | Tweedo | Indianizer | Khompa | Erio | Gima | Elektro Wave Duo | Marabou | Santi |

BIGLIETTI D'INGRESSO 8 AGO 2018 : € ___

CLICCA QUI E ACQUISTA ONLINE I BIGLIETTI PER IL GIORNO 8 AGOSTO 2018

BIGLIETTI D'INGRESSO 9 AGO 2018 : € ___

CLICCA QUI E ACQUISTA ONLINE I BIGLIETTI PER IL GIORNO 9 AGOSTO 2018

BIGLIETTI D'INGRESSO 10 AGO 2018 : € ___

CLICCA QUI E ACQUISTA ONLINE I BIGLIETTI PER IL GIORNO 10 AGOSTO 2018

BIGLIETTI D'INGRESSO 11 AGO 2018 : € ___

CLICCA QUI E ACQUISTA ONLINE I BIGLIETTI PER IL GIORNO 11 AGOSTO 2018
LINE-UP 2018

OSPITI

C+C=Maxigross & Miles Cooper Seaton | 10AGO'18

C+C=Maxigross & Miles Cooper Seaton | 10AGO'18

I C+C=Maxigross hanno conosciuto Miles Cooper Seaton alla prima edizione del loro festival sui Monti Lessini “Lessinia Psych Fest” nel giugno 2014, dove il musicista americano fu invitato a suonare un’intensa session notturna in mezzo al bosco. Da allora è nata una forte amicizia poi sfociata in una collaborazione artistica che dopo registrazioni, sessions, concerti e molte esperienze ha portato Miles a vivere in Italia.
Quest'estate i C+C=Maxigross si riuniranno insieme a Miles Cooper Seaton per alcune date speciali dove suoneranno i nuovi brani in Italiano che recentemente hanno registrato proprio sotto la guida di Miles con Marco Giudici ( halfalib / Any Other) ai comandi.
Nuovi brani che chiedono di prendersi il tempo, di accordare il ritmo cardiaco con un'epoca diversa dalla nostra, tanto arcaica, quanto futuribile.
I brani che saranno insieme il culmine e un nuovo inizio per il collettivo di Verona, divenuto, anno dopo anno, sempre più corale, condiviso e fieramente "in opposition" alle mode passeggere del momento.


ASINO | 11AGO'18

ASINO | 11AGO'18

Gli Asino sono Giacomo e Orso. Vengono da Massa e da Carrara. Suonano insieme da tanto, sono amici e si vogliono bene. Il loro primo disco era Crudo. Il secondo era Muffa. Il terzo è Amore. Tutti e tre hanno dentro 7 brani di breve durata e di facile ascolto. Tutti e tre i dischi hanno 5 lettere nel nome. Tutti e tre insieme sono 3.
Pensate agli White Stripes senza il blues.
Pensate ai Tweak Bird senza lo stoner.
Pensate agli Zeus! senza il metal.
Pensate ai Lightning Bolt senza una maschera.
Pensate a Simon & Garfunkel senza una mano.
EMANUELE ROSSO | 8ago'18

EMANUELE ROSSO | 8ago'18

Emanuele Rosso nasce a Udine nel 1982. Si trasferisce nel 2001 a Bologna, dove si laurea prima al DAMS (arte contemporanea), e poi in Lettere moderne.
Da sempre appassionato di narrazione e storytelling, già in adolescenza frequenta corsi di fumetto, realizzando numerose autoproduzioni e diventando anche assistente di Davide Toffolo . Nel corso degli anni pubblica numerose storie brevi. Nel 2013 viene edito il suo primo graphic novel, intitolato Passato, prossimo, dai tipi di Tunué. Ha realizzato inoltre numerosi workshop dedicati al fumetto e alla narrazione per immagini, per giovani e adulti.
I suoi lavori più recenti sono il graphic novel Limoni. Cronache di quotidiane resistenze sentimentali (Coconino Press/Fandango), l'approfondimento a fumetti Quanto potere, pubblicato sul numero 95 di Origami (settimanale de La Stampa), la storia breve Qualcosa di meno. Chiosa compatta (ma farraginosa) sull’infinito a fumetti, pubblicata nello speciale dedicato allo scrittore David Foster Wallace dalla rivista “Lettera matematica - Pristem” (Springer/Bocconi University Press), la Cartolina da Bologna, dedicata al caso Blu, pubblicata su Internazionale del 25 marzo 2016, il reportage a fumetti sulla Design Week di Milano pubblicato sul sito di GQ Italia, e la rubrica a fumetti Tipo che sul sito Frizzifrizzi.it.
ARTO | 9ago'18

ARTO | 9ago'18

Gli ARTO nascono a Bologna agli inizi del 2017 dall’incontro di quattro musicisti attivi in varie formazioni del panorama italico: Luca Cavina (ZEUS, CALIBRO 35), Bruno Germano (ex Settlefish), Cristian Naldi (Fulkanelli, Ronin) e Simone Cavina (Junkfood 4tet, IOSONOUNCANE).
All’inizio dell’autunno 2017 esce il videoclip di “In Limine”, primo brano realizzato dalla band, che ne definisce le coordinate sonore: una cupa elegia orrorifica che alterna armonie spettrali, sospensioni ambient ed improvvise sfuriate soniche uscito in anteprima per Rumore.
L’idea è di creare delle oscure soundtrack strumentali per ensemble elettrificato. Come se le orchestrazioni di Glenn Branca incontrassero l’attitudine dei Converge e la maestosità di Arvo Part.
I brani saranno impreziositi dagli interventi di alcuni ospiti fra cui Jacopo Incani (Iosonouncane), Sebastiano De Gennaro al vibrafono e Dimitri Sillato al violino.
NEW CANDYS | 10ago'18

NEW CANDYS | 10ago'18

I New Candys nascono nel 2008 a Venezia. Le loro influenze hanno radici nei Velvet Underground e Syd Barrett. Dopo un EP autoprodotto, nel 2012 è uscito il primo album “Stars Reach The Abyss” (Foolica), seguito da un tour in UK. Nel 2015 un loro pezzo è stato incluso nella “Reverb Conspiracy” dell'etichetta inglese Fuzz Club ed americana Reverberation Appreciation Society (Levitation Austin), compilation che ogni hanno raggruppa le migliori band emergenti della scena rock-psichedelica europea. Sempre nel 2015 è uscito il loro secondo album “As Medicine” per l’etichetta americana Picture In My Ear e nuovamente Fuzz Club, mixato da John Wills (produttore e batterista dei Loop), ricevendo apprezzamenti da parte di Simone Marie Butler (Primal Scream) e Stephen Lawrie (Telescopes). Sono seguiti tre tour europei e la partecipazione ai festival Secret Garden Party 2015 e Liverpool Psych Fest 2016. Il loro terzo album "Bleeding Magenta" (Fuzz Club) è uscito il 6 Ottobre 2017, alcuni brani sono stati recentemente inclusi su alcuni episodi della serie televisiva americana "Shameless". È seguito il loro quarto tour europeo, un tour australiano (headliner del Sydney e del Melbourne Psych Fest) e un tour negli Stati Uniti-Messico, inclusa una live session alla radio KEXP di Seattle. Hanno condiviso il palco con The Warlocks, Dead Skeletons, Slowdive, Savages, Jon Spencer Blues Explosion, The Vaccines, etc.
MASSIMO ZAMBONI | 9ago'18

MASSIMO ZAMBONI | 9ago'18

Massimo Zamboni Nasce nel 1957 a Reggio Emilia. Agli inizi degli anni '80, dopo un periodo nella Berlino del Muro e delle case occupate, tornato a Reggio fonda assieme a Giovanni Lindo Ferretti il gruppo CCCP Fedeli alla linea. L'Europa dei blocchi est-ovest, le case occupate, la decadenza dell'impero sovietico, il realismo inquieto del vivere in una provincia divisa tra un cuore filosovietico e una pratica filoamericana, fascinazioni popolari e musica melodica, condizione giovanile e tradizione: tutto questo si mescola nelle canzoni di CCCP, nel loro “punk filosovietico”. L'esperienza CCCP termina nel 1989, alla caduta del Muro di Berlino.
​Il decennio successivo vede la nascita di un nuovo gruppo: CSI, Consorzio Suonatori Indipendenti. La popolarità del gruppo è immediata, tanto da portarli ai vertici della classifica discografica, pure con canzoni impegnative, salmodianti, con tematiche incentrate sulla vicina guerra nei Balcani, la memoria e la Linea Gotica, la fine del mondo occidentale, e incursioni in mondi lontanissimi e vicini, Mostar, la Mongolia, il Finisterre francese.
​Terminata l'esperienza CSI, dal 2000 comincia un lungo periodo di sperimentazione e ricerca, nel frattempo comincia la collaborazioni con numerosi altri artisti, in particolare Nada, Angela Baraldi, Cisco.
UZEDA | 11ago'18

UZEDA | 11ago'18

Uzeda nascono a Catania nel 1987. Inizialmente con 5 elementi, il gruppo esordisce su etichetta A.V. Arts, per la quale incide due dischi: “Out of colours” (1989) e “Waters” (1993).
Nell’autunno del 1994 il gruppo registra una Peel Session negli studi Londinesi della BBC per il programma di John Peel, icona del giornalismo musicale. mondiale .
L’attivita' “live” di Uzeda conta oltre 1.200 concerti in Europa e negli Stati Uniti con una pausa dal 2001 al 2004, durante la quale i quattro componenti hanno vissuto esperienze artistiche differenti e separate.
Nel 2015 ancora in tour per celebrare sui palchi italiani l'amicizia ventennale con gli americani Shellac. Nel 2016 in tour primaverile ed estivo,con puntata in Sardegna per un live natalizio. Nel 2017 ,primavera,estate, ed autunno trascorsi fra concerti live e prove dei nuovi brani. L'attivita' di Uzeda e' al momento concentrata sulla struttura compositiva per un nuovo disco, brani che , come nella loro tradizione, suonano gia' dal vivo nei loro concerti .
WEIRD BLOOM | 8 ago'18

WEIRD BLOOM | 8 ago'18

Weird Bloom è figlio dei pensieri di Luca Di Cataldo. Il progetto vede la luce nel 2014 (con il nome Weird Black) quando, dopo un'importante esperienza con gli Holidays, Luca sente la necessità di trovare diverse vibrazioni ed esprimersi con un nuovo linguaggio. Inizia a scrivere, tanto, fino a quando con Giampaolo Scapigliati (Holidays, Lamusa 2000) si chiude in studio e i due iniziano a registrare dei provini. Sul finire del 2014, in una notte di gin tonic e sigarette, Luca conosce Matteo Caminoli, che registrerà le batterie definitive di Hy Brazil, il primo LP della band esce a inizio 2016 per l'etichetta WWNBB collective. Luca e Matteo stabiliscono a Roma il proprio studio di registrazione - Pom Pom Studio - dove nel luglio 2016, registrano un nuovo album, Self Naturista, insieme a Don Bolles (Ariel Pink, Fancy Space People, The Germs). Nel gennaio 2017 iniziano nuove produzioni insieme a Diego Magnani (The Beaters), la cui presenza apre le porte a nuovi scenari psichedelici attribuendo alle nuove produzioni, un sound marcatamente fiabesco e surreale. Insieme a Diego partecipano al SXSW festival 2017 di Austin (US). Dopo aver deciso il cambio di nome in Weird Bloom, la band è pronta a fare uscire il suo primo singolo e video Guardian of The Men. A gennaio 2018 è uscito il loro nuovo album Blisstonia.
SUN YUFKA | 9ago'18

SUN YUFKA | 9ago'18

Sun Yufka è una combo mortale di bassi e tribalismo, un doppio viaggio tra territori esotici e l’oscurità delle metropoli e della rave culture.

Il primo EP “JUA” rilasciato nel 2017 da Beat Machine Records esplora ritmiche footwork contaminate da afrobeat e più aggressiva bass, che conducono l’ascoltatore dalla giungla urbana alle tribù più selvagge.
FRANCESCO DE LEO | 8ago'18

FRANCESCO DE LEO | 8ago'18

Francesco De Leo inizia la sua carriera artistica nel 2008 quando, a soli 17 anni, fonda L'officina della camomilla, diventato negli anni un gruppo cult della scena indipendente.
Nel 2012 entra a far parte del roster dell'etichetta bolognese Garrincha Dischi con la quale pubblica 4 album di inediti. Nel maggio 2017 De Leo decide di sospendere le attività del gruppo per dedicarsi alla carriera solista. Il giovane autore arriva al suo disco d’esordio “LA MALANOCHE” nel pieno della sua consapevolezza artistica. LA MALANOCHE è il viaggio artistico di Francesco De Leo tra i bassifondi di un favela immaginaria nel Mar dei Caraibi e una qualsiasi provincia italiana: tra droghe sintetiche, mariachi, amori a pagamento, maschere di Paolo Conte e Satana. Feste e follie della notte che girano in un caleidoscopio drogato dove perdersi come in un labirinto. La produzione
artistica de LA MALANOCHE è stata affidata alle oniriche ispirazioni di Giorgio Poi. De Leo è impegnato in alcune lusinghevoli aperture in solo al prossimo tour dei Baustelle.
JULIE'S HAIRCUT | 9ago'18

JULIE'S HAIRCUT | 9ago'18

Attivi dalla fine degli anni '90, Julie's Haircut sono un collettivo emiliano, dedito a suoni spaziali e ipnotici. La musica della band si è evoluta nel corso del tempo dall'energia del garage-rock del loro debutto, verso un terreno più sperimentale, concentrandosi sull'improvvisazione e la ricerca sonora, senza perdere il contatto con il groove e la melodia che ha caratterizzato la loro musica e la loro attitudine sin dal primo giorno. Hanno condiviso il palco con Damo Suzuki, Sonic Boom, Philip Corner, Valerio Cosi e tantissimi altri. Il loro album di debutto “Fever in the funk house” è uno strano mix di garage rock, psichedelia noise e melodie pop fu salutato dalla critica come uno dei migliori debutti indie-rock italiani ed è stato inserito dalla rivista Rumore nella lista dei 50 album italiani fondamentali degli anni '90.
Il loro nuovo album "Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin" è uscito per l'etichetta britanicca Rocket Recordings.
LARIX | 9ago'18

LARIX | 9ago'18

I Larix sono Giacomo Ancillotto, chitarrista e compositore noto nel giro nu-jazz (Caterina Palazzi- Sudoku Killer, LUZ), Franz Rosati, sound e visual artist attivo in Italia e all'estero, ed Emanuele Tomasi, batterista conosciuto nel circuito jazz-core e avant-rock (Nohaybanda, KNUP TRIO, Luca Aquino 4tet) nonché colonna vertebrale della formazione. Nato nel 2015 su iniziativa del produttore e deus ex machina Antonio Serra e cresciuto in sordina nel sottobosco romano, il trio ha esordito il 15 novembre con un album eponimo edito in vinile e digitale da pseudomagica, neonata etichetta indipendente con base a Roma. I cinque movimenti che compongono il disco sono stati estratti da quattro ore di live session e rimaneggiati il meno possibile, evitando sovraincisioni e riducendo ai minimi termini la post-produzione; ne scaturisce una bizzarra creatura amorfa che si sviluppa intorno alla ripetizione di imponenti patterns poliritmici, sequenze di synth lacerati e momenti free noise. La batteria conduce la narrazione: istiga, trascina, invoca la mutazione fino a divampare in un baccanale fracassa-timpani. La chitarra, creatura mutante e irriconoscibile, procede afasica e sfigurata, trama pulviscoli di microsuoni, striscia fino allo sfinimento lungo le gelide astrazioni ambient post-industrial intessute da Rosati. L'assalto noise concrète del combo diventa così occasione di un happening tribal technoide dall’architettura evolutiva, tenuta insieme e trasfigurata dal battito ipertrofico dei tamburi. Ai banchi del mixer lo stesso Rosati, coadiuvato da Fabio “Reeks” Recchia dell’ Hombre Lobo Studio di Roma. James Plotkin ha firmato il mastering.
TWEEDO | 8ago'18

TWEEDO | 8ago'18

TWEEEDO è un progetto di musica elettronica che unisce suoni analogici e digitali, in un sound caldo, ibrido e in costante evoluzione. E’ un triangolo di energie che si incontra in un grande dancefloor: tra beat e batterie acustiche, chitarre e sequencer, la loro musica è una miscela di IDM, techno, e dark jazz. “ We All Think We’re Good People ” è il primo EP dei TWEEEDO.
Uscito il 15 febbraio 2018 via Calista Records e Out Stack Records.
Questi venti minuti devo dire sono stati per me una vera rivelazione. Questa era una mia grave pecca, non conoscevo i TWEEEDO, li ho pescati dal catalogo di Soundreef. Da tenere d'occhio ."
Costantino Raffaele (Radio2)
INDIANIZER | 10ago'18

INDIANIZER | 10ago'18

Indianizer è un progetto musicale composto da Riccardo Salvini (voce/chitarra, Foxhound), Gabriele Maggiorotto (batterie, Deian e Lorsoglabro ), Matteo Givone (chitarra, Maniaxxx) e Salvatore Marano (synth bass, Jumpin' Quails). Ispirati dai deliri selvaggi degli Animal Collective e dalle ritmiche tropicali dei Django Django. A tre anni di distanza dall’album di esordio “Neon Hawaii”, gli Indianizer tornano sulle scene con il loro secondo full-length. S’intitola “Zenith” ed esce il 27 marzo 2018 per Musica Altra / Edison Box. Caratterizzati dall’utilizzo di inglese, spagnolo e una lingua inventata, i brani sono nati da jam session libere e selvagge a cui solo successivamente sono state aggiunte le linee vocali, delineando strutture imprevedibili. Suoni organici, acidi, sintetici e spaziali avvolgono una pulsazione ritmica costante e ossessiva, alla ricerca di una catarsi irraggiungibile. L’intensità emotiva aumenta no al punto massimo, lo Zenit, per poi scoppiare e disperdersi nel cosmo. Come se i MERIDIAN BROTHERS incontrassero i King Gizzard and The Lizard Wizard in mezzo al deserto e guardassero la grande parabola del sole nel cielo.
KHOMPA | 11ago'18

KHOMPA | 11ago'18

KHOMPA è il secondo artista che annunciamo per questa edizione di Disorder 2018.
KHOMPA è Davide Compagnoni, co-fondatore degli STEARICA (Ospiti al Disorder di qualche anno fa) e session man già noto dietro i fusti di Baustelle, Roy Paci Aretuska, LNRipley.
“THE SHAPE OF DRUMS TO COME” è l’innovativo live project che KHOMPA ha creato con l'utilizzo di Ableton/ Ableton Live.
KHOMPA è, infatti, un live act audio-visuale unico al mondo: il musicista torinese ha creato un sistema che gli permette di suonare dal vivo composizioni musicali che solitamente richiederebbero almeno 3 musicisti per essere eseguite, il tutto senza l’utilizzo di basi, loop o click. 100% live, la batteria del futuro.
ERIO | 11ago'18

ERIO | 11ago'18

Lui è Erio. Siamo felicissimi di poterlo ospitare sul palco in Arena. Il 20 Aprile uscirà il suo secondo lavoro: “Inesse“ in uscita per La Tempesta International e Kowloon Records. Erio non è solo come interprete, autore e arrangiatore; questo nuovo disco vede Erio per la prima volta in veste di produttore con l’aiuto, in una manciata di tracce, di Yakamoto Kotzuga (“The Biggest of Hearts, A Glowing Gash”), IOSHI (“Kill it! Kill it!)” e Will Rendle di Will and the People (“Limerence”). Il disco è mixato da Erio e Marco Gorini, sotto la supervisione di Paolo Baldini. Il sound di “Inesse” vuole farsi più contemporaneo e vira verso un’elettronica fluida e distorta, contaminata da atmosfere R’n B e Hip Hop, sulla quale la voce del cantautore, sfruttando i registri più disparati, si stratifica in infinite armonie e azzardati contrappunti reminiscienti di certa musica orientale. Le liriche presentano stralci di candide eppure criptiche storie di vita urbana, tragicomici amori virtuali, dipendenza e ossessione, sullo sfondo in movimento di un viaggio alla ricerca del proprio posto nel mondo moderno.
GIMA | 8ago'18

GIMA | 8ago'18

L’elettronica è un genere che esprime sempre più nuove e valide proposte nel panorama musicale italiano. Ad artisti ormai affermati, come Popolous, M+A e Tiger and Woods (solo per citarne alcuni), si affiancano piacevoli novità, segno di una scena che sta recuperando il gap col resto d’Europa.
Segue questo filone GiMa, DJ e beatmaker ventenne, originario di Avellino, che lascia parlare la sua musica nel linguaggio universale e instrumental della dubstep.
Il suo primo EP si intitola LVMOS e scorre veloce l’ascolto delle sue 3 tracce + più il remix di chiusura firmato A Safe Shelter, tanto che il replay diventa una facile conseguenza.
ELEKTRO WAVE DUO | 10ago'18

ELEKTRO WAVE DUO | 10ago'18

Duo innovativo ed ambizioso, quello formato da Tobia Ciaglia e Francesco Cerone, che fa della musica drum 'n' bass il suo cavallo di battaglia. Scuotendo a ritmi decisamente veloci il suo live provoca nell'ascoltatore una insana e frenetica voglia di ballare e di scatenarsi, intervallando momenti di pura elettronica ad altri dance, il tutto spietatamente miscelato con influenze e sonorità rock. Inoltre il live è arricchito dalla proiezione di video a ritmo di musica e di luci accuratamente montate ad hoc. Il Duo è formato da Tobia Ciaglia al basso elettrico e synth e da Francesco Cerone alla batteria e sequencer. Siamo sicuri di affermare che una roba così è difficile che si veda in giro, e per stimolare la vostra curiosità vi invitiamo a venire ai nostri concerti. Il Duo ha avuto modo di esibirsi su molti palchi di Siena e soprattutto Provincia, spingendosi verso Firenze, ed aprendo diversi live rispettivamente dei Verdena,Radici nel Cemento, Brunori SAS e Stato Sociale.
MARABOU | 9ago'18

MARABOU | 9ago'18

Giovanni Spina è l’anima creativa di Marabou, progetto che dopo un inizio da solista – dettato da ragioni logistiche più che artistiche – si è evoluto grazie alla collaborazione di altri musicisti tra cui il percussionista Valerio Giannetto, che insieme a Giovanni è stato ospite di City Lights. Tra sintetizzatori e percussioni, Marabou a ottobre del 2016 ha pubblicato l’album d’esordio The End Of The Rainbow.
SANTI | 11ago'18

SANTI | 11ago'18

Dj producer campano classe 1991 addestrato ad arte dalla NUT Academy e ispirato dalle sonorità del maestro Richie Hawtin, Si affaccia alla scena techno suonando su svariati palcoscenici accanto a dj quali Cassy, Levon Vincent, Audiomatique, Pako S, Mind The Gap Dj’s, Marvel, Ivo Toscano, Antonio Pica, Francesco Miele, Dj Simi, Raffaele Rizzi.
Entra presto a far parte della famiglia Deependence di Napoli.

IN VETRINA

Pink Floyd Legend | 05nov'18
Pink Floyd Legend | 05nov'18

Teatro Augusteo - Napoli |
05 Novembre 2018 |
PINK FLOYD LEGEND - ATOM HEART MOTHER |
Biglietti posti numerati a partire da € 29,16 |

Continua »
Mario Biondi | 03dic'18
Mario Biondi | 03dic'18

Teatro Augusteo - Napoli |
03 Dicembre 2018 |
Mario Biondi in concerto |
Biglietti posti numerati a partire da € 39,66 |

Continua »
Gino Rivieccio | 06lug'18
Gino Rivieccio | 06lug'18

Tenuta Villa Guerra - Torre del Greco (Na) |
Venerdì 06 Luglio 2018 |
Gino Rivieccio in Io e Napoli |
Biglietti € 20 | 

Continua »
Musicanuda | 06lug'18
Musicanuda | 06lug'18

Tenuta dei Normanni |
06 Luglio 2018 |
Musicanuda |
Biglietti € 20+2 |

Continua »
Ariano FolkFestival | 16-19ago'18
Ariano FolkFestival | 16-19ago'18

Ariano FolkFestival XXIII Edizione |
16-17-18-19 Agosto 2018 |
World Music Festival | 
Biglietti giorni 16-17-18 Ago: €10+2|
Giorno 19 Ago: €15+2|
Abbonamento 4 giorni: €35+3|

Continua »
Pr Lab s.r.l.s.
Sede operativa: Via L. Liguori 41 Salerno
P.IVA 05238390651
Tel.: 0039 089 795421
PEC: PRLABSRLS@PEC.IT
Powered by Mosajco CMS
Mosajco